Blog di aggiornamento su news ed offerte

lavorare con rispetto per l'ambiente, anche in carrozzeria!

Progetto ambiente: la qualità si fa più Green

Ormai lo sappiamo bene, non c’è più tempo e non abbiamo più scuse.

Le polveri sottili si fanno sempre più pesanti, il surriscaldamento globale ha raggiunto livelli pericolosi e, ormai sempre più imprese cercano di abbracciare un cambiamento più green finché sono in tempo.

Tutti noi siamo coinvolti in questo cambiamento e la nostra carrozzeria si sta impegnando per fare la sua parte offrendo prodotti e servizi alternativi che ci permettono di operare nel rispetto dell’ambiente.

E come riusciremo a ridurre il nostro impatto?

Resta con noi per scoprirne di più.

 

Sfrecciare verso un futuro più verde

La nostra carrozzeria fa parte della Rete Auto180, una rete di carrozzerie professionali che hanno deciso di unirsi per condividere insieme principi, valori e obiettivi comuni.

Grazie al progetto ambiente, ideato da Auto 180, garantiamo di operare nel pieno rispetto delle norme ambientali, adempiendo ad un manuale operativo che contiene poche regole, ma che possono fare la differenza tra una carrozzeria tradizionale e una come la nostra.

Vediamo quali sono le regole che stiamo già attuando.

 

Prodotti vernicianti a base d’acqua: addio solventi!

Se stai pensando all’effetto finale della carrozzeria non preoccuparti, sarà spettacolare come sempre.

Ebbene sì, utilizzando prodotti vernicianti a base d’acqua, la qualità si mantiene esattamente come speri: brillantezza in grado di restituire lo splendore originario alla tua auto utilizzando prodotti facili da applicare e seguendo accorgimenti necessari in fase di preparazione.

Ma quindi cosa cambia?

Le vernici ad acqua possono arrivare ad emettere quasi il 95% in meno di sostanze nocive rispetto alle vernici “classiche” a solvente.

Risultato interessante, non c’è alcun dubbio che le vernici tradizionali possono essere fortemente inquinanti sia per chi lavora ma anche per l’ambiente.

È proprio la legge, infatti, ad aver stabilito un limite per le officine e le carrozzerie per quel che riguarda la composizione delle vernici, con l’obiettivo di ridurre il più possibile le emissioni nocive nell’atmosfera.

Finalmente potremo davvero rifarci gli occhi con una carrozzeria da invidia ma con la consapevolezza di mantenere un comportamento etico nei confronti dell’ambiente.

 

Immissione di fumi in atmosfera con controllo VOC

Il termine VOC sta per “Volatile Organic Compounds” ovvero “composti organici volatili” e sono presenti in molti prodotti che comprendono composti chimici differenti: principalmente sono caratterizzati da una facile vaporizzazione che reagendo a contatto con l’aria danno vita a composti molto inquinanti.

Dove si trovano?

Derivano da materiali da costruzione, come ad esempio pitture, vernici, colle e tappezzerie ma anche nei prodotti per la pulizia, pesticidi e disinfettanti.

I VOC possono portare conseguenze più o meno gravi sulla nostra salute e questo dipende da quanto tempo rimaniamo in contatto con queste sostanze.

Il governo ha preso provvedimenti introducendo una normativa europea presente nel decreto legislativo n. 161 del 2006 , con lo scopo di ridurre l’inquinamento atmosferico derivante dai COV ma anche per tutelare la nostra salute.

Pitture e vernici possono essere immessi sul mercato solo se rispettano un contenuto uguale o inferiore ai valori indicati nella direttiva e se sono etichettati in maniera adeguata.

 

Più attenzione per lo smaltimento dei rifiuti

Molti rifiuti sono quasi sempre pericolosi, ogni giorno infatti meccanici e carrozzieri devono fare i conti con kg di rifiuti speciali di varia natura: liquidi, rottami solidi, combustibili.

Molte sostanze sono nocive sia per le persone che per l’ambiente, ecco perché risulta indispensabile porre un occhio di riguardo in tutte le fasi di smaltimento.

Ogni prodotto deve essere etichettato con un codice particolare, detto CER, adatto allo smaltimento dei rifiuti per carrozzeria.

Una fase corretta di smaltimento dei rifiuti prevede una cura particolare nel maneggiare tali rifiuti, per poi essere trasportati da società iscritte all’Albo Gestori Ambientali presso centri autorizzati.

Questi centri poi dovranno avere la responsabilità di un corretto smaltimento, ovvero una gestione dei rifiuti nel totale rispetto dell’ambiente.

 

Aumento verde aziendale per compensare le emissioni co2

Per verde aziendale si intende la realizzazione di un ambiente di lavoro gradevole e rispettoso laddove il “verde” rappresenta un valore aggiunto all’immagine aziendale.

E come si può implementare?

Sicuramente riducendo quelle emissioni che non si sono potute evitare attraverso una trasformazione del proprio modello economico, che comprende ogni fase dei cicli di produzione: le forniture, i processi di produzione e distribuzione e soprattutto le fonti di energia utilizzate. tutta una serie di valori condivisi.

Piccole azioni, grandi cambiamenti

Nel progetto ambiente rivolto alle carrozzerie ci sono molte altre regole da rispettare per salvaguardare la nostra sicurezza e quella ambientale.

Noi di Carrozzeria De Corso ci impegniamo ogni giorno per rispettarle e far la differenza in un mondo che cambia in fretta per frenare ogni tipo di danno per l’ambiente.

Anche tu puoi contribuire a tutto questo scegliendo attività che operano con sicurezza, qualità e soprattutto una consapevolezza più green.

asseverazione 2020 de corso

Una certificazione dal Politecnico di Torino

Oggi vogliamo condividere un riconoscimento ottenuto dall’Università di Torino. Non vogliamo fare gli sbruffoni, vogliamo solo dividere con te una piccola soddisfazione.

Abbiamo ricevuto l’Asseverazione di Sostenibilità del Modello Gestionale della riparazione di Carrozzerie di autoveicoli relativa all’anno 2020.

Il termine Asseverazione significa dichiarare di avere competenze di causa (essenzialmente è una sorta di certificazione).

Abbiamo partecipato al progetto come membri di Auto180 ma quello che davvero ci ha spinto è il voler misurare la nostra carrozzeria, capirne i punti di forza e di debolezza per continuare a migliorarci.

Questa certificazione è rilasciata dallo spin off del Politecnico di Torino Standard & Testing, è un progetto finalizzato a valorizzare le imprese del settore attraverso un percorso di misurazione del modello gestionale al fine di valutarne la sostenibilità e la competitività.

L’obiettivo ultimo è capire se la carrozzeria, come azienda, sta operando in maniera profittevole e sostenibile nel medio-lungo termine.

Gli elementi analizzati dalla Standard & Testing srl sono essenzialmente 3:

qualità organizzativo-professionale

equilibrio economico-finanziario

conformità normativa

 

Riportiamo dal sito ufficiale della Standard & Testing i punti chiave del progetto.

Obiettivo dell’asseverazione:

Distinguere e comunicare l’elenco delle carrozzerie che rispettano le Norme di Legge, operano professionalmente, sono efficienti ed organizzate e creano profitto in condizioni di equilibrio finanziario.

Perché?

L’auto sta cambiando ed è necessario distinguere le carrozzerie professionali che effettuano riparazioni che salvaguardano la sicurezza degli automobilisti rispettando tutte le norme di legge. Gli investimenti e i costi del continuo aggiornamento e miglioramento impongono all’imprenditore di essere consapevole e controllare la propria qualità gestionale.

I Vantaggi per la carrozzeria:

  • Valutazione da parte di ente terzo specializzato della propria efficienza aziendale
  • Garanzia asseverata della qualità professionale della carrozzeria
  • Certificazione oggettiva della tariffa oraria professionale
  • Comunicazione/visibilità delle carrozzerie asseverate
  • Appartenenza ad un network di carrozzerie asseverate di eccellenza professionale
  • Verifica del rispetto delle normative di legge
  • Analisi delle attrezzature minime necessarie di completezza ed innovative
  • Analisi degli spazi e dei servizi offerti
  • Evidenza dei punti di forza e di debolezza della carrozzeria
  • Confronto delle proprie performance con un insieme di carrozzerie simili

 

Oltre che per renderti partecipe della soddisfazione per il risultato raggiunto, c’è un altro motivo che ci spinge a spiegarti tutto questo.

Noi di Autocarrozzeria De Corso ci impegniamo ogni giorno per lavorare con professionalità e, se questo viene riconosciuto anche da terzi, da oggi hai una sicurezza in più nell’affidarci i tuoi mezzi.

Con Autocarrozzeria De Corso sei in mani esperte e garantite!

Targa Asseverazione 2020 DE CORSO

la scatola nera diventa obbligatoria su tutte le auto

Arriva la scatola nera obbligatoria su tutte le auto.

Di questi tempi possiamo dire che la tecnologia la fa sempre più da padrone nel settore delle autovetture e la ricerca di novità, innovazione e sicurezza è la base di ogni nuova idea che viene proposta sul mercato.

Una tra le tante è quella dell’inserimento obbligatorio della scatola nera all’interno delle vetture a partire dal 6 luglio 2022.

Fra pochissimi mesi entreranno in vigore le norme del Regolamento UE 2019/2144 riguardanti l’uso di sistemi avanzati che proteggono sia chi occupa il veicolo che gli utenti della strada.

Tra questi nuovi dispositivi obbligatori abbiamo il registratore di dati evento chiamato in gergo scatola nera o blackbox.

Quest’ultima novità arriva direttamente dall’aeronautica e dal prossimo 6 luglio, le case automobilistiche potranno omologare i nuovi modelli solo se provvisti di scatola nera.

Dopo due anni, dal 7 luglio 2024, sarà obbligatorio per auto e veicoli commerciali leggeri di nuova immatricolazione e dal 2029 sarà obbligatorio per tutti i mezzi pesanti.

Nulla cambia per le auto già in circolazione.

L’aggiunta della scatola nera ai mezzi di trasporto prevede un collegamento ad altre tecnologie già piuttosto diffuse ma che ancora non sono obbligatorie, come:

  • Adattamento intelligente della velocità;
  • Alcolock, che impedisce l’accensione del motore nel caso in cui i parametri alcolemici del conducente sia superiori ai limiti di legge consentiti;
  • Rilevatore del colpo di sonno e stanchezza del conducente;
  • Avviso di distrazione del conducente;
  • Segnalazione di arresto di emergenza;
  • Rilevamento in retromarcia;
  • Registratori di dati di evento;
  • Sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

In sostanza, tutti i veicoli in circolazione dovranno avere questi Sistemi Avanzati di Sicurezza che consentiranno una maggiore sicurezza di guida.

L’utilità di questi sistemi non tutelano solo il conducente e le persone a bordo ma tutti coloro che viaggiano per strada, soprattutto pedoni e ciclisti, considerati le fasce più deboli tra gli utenti della strada.

La funzione della scatola nera è quella di registrare e memorizzare qualsiasi evento immediatamente prima, durante e dopo il sinistro.

I dati che saranno memorizzati sono:

  • Velocità del veicolo;
  • Frenata, posizione ed inclinazione del veicolo sulla strada;
  • Stato e frequenza di attivazione di tutti i sistemi di sicurezza del veicolo;
  • Sistema eCall di bordo basato sul servizio 112;
  • Attivazione del freno e qualsiasi altro parametro di input riguardante il sistema di bordo di sicurezza attiva e di prevenzione degli incidenti.

Con questi nuovi sistemi di guida si punta ad un miglioramento dei parametri per una sicurezza stradale maggiore. Inoltre, grazie alla blackbox, sarà molto più semplice per le forze dell’ordine fare rilevamenti in caso di incidente.

La corsa delle case automobilistiche per l’istallazione della scatola nera in tutte le auto e mezzi leggeri di loro produzione è iniziata…

Ma sapevate che l’inserimento di questo dispositivo era già possibile?

Molte compagnie assicurative offrono servizio di installazione di scatola nera, comprensivo di sconto sull’ RC auto.

Tu la conosci? È installata sul tuo veicolo?

Raccontaci la tua esperienza!

Cristalli auto sempre perfetti!

La cura e l’attenzione verso la propria auto è diventata ormai un lavoro a tempo pieno, soprattutto per il genere maschile.

Quanti di voi trascorrono la domenica a curare e pulire la macchina? Scommettiamo anche che non vi fate sfuggire novità e nuove tendenze per aumentare sempre di più le prestazioni della vostra auto.

L’ultima novità che sta prendendo sempre più campo è il trattamento nanotecnologico per parabrezza, che può essere esteso a tutti i cristalli dell’auto.

In cosa consiste?

È molto semplice, viene applicato uno strato molto sottile di rivestimento nanotecnologico sui cristalli che li renderà idrorepellenti e più resistenti agli agenti atmosferici e allo sporco.

E quali sono i vantaggi?

Per prima cosa, i cristalli della tua vettura saranno idrorepellenti e, con il cosiddetto effetto loto, l’acqua scorrerà via aumentando visibilità e sicurezza alla guida.

Altro beneficio da non sottovalutare è una lieve resistenza ai graffi, i quali, nei cristalli, potrebbero portare anche a una rottura definitiva e quindi ad un cambio del parabrezza.

Per ultimo, lo scorrimento dei tergicristalli sarà molto più fluido permettendo così, un’accensione ridotta di essi e un’usura decisamente limitata.

In poche parole, grazie a questo trattamento non solo si avrà un risparmio nell’usura di alcune componenti della vettura ma, cosa molto più importante, il livello di sicurezza alla guida sarà decisamente più alto.

Forti piogge o grandinate non saranno più da temere e potrai viaggiare in sicurezza con le persone che ami.

È importante sottolineare che bisogna affidarsi sempre a personale esperto per avere un lavoro a regola d’arte.

Il fai da te è molto in voga e sicuramente più economico… ma vale veramente la pena?

Incorrere in un danno causato dall’inesperienza e dalla poca manualità è molto facile e a quel punto la risoluzione del problema sarà molto più costosa!

La carrozzeria De Corso con anni di esperienza alle spalle è sempre pronta a mettersi in gioco e, seguendo corsi altamente specializzanti, a proporre nuove tecnologie ai propri clienti.

Nel caso di trattamento nanotecnologico, prima di tutto valutiamo la qualità del cristallo su cui verrà applicato lo strato idrorepellente e poi svolgeremo un lavoro ad hoc, assicurandovi quindi l’effetto loto desiderato e soprattutto la sicurezza vostra e di chi è in auto con voi!

Rimani al sicuro e affidati agli esperti! Invia un messaggio per saperne di più.

auto d'epoca

Auto d’epoca e leggi antinquinamento… come andrà a finire?

Le auto d’epoca, chiamate anche “rottami” dai non appassionati, possono essere considerate dei veri e propri pezzi d’arte.

Ciò che un’auto d’epoca può raccontarci è molto di più rispetto a quello che un occhio poco allenato può vedere.

Infatti determinate auto riescono a raggiungere questo stato proprio perché rappresentano e parlano del periodo storico e culturale in cui sono state ideate e costruite.

È grazie al design e alla tecnologia con cui sono state inventate che queste raggiungono lo status di auto d’epoca.

Ma come fa un’automobile ad essere definita auto d’epoca?

C’è una regolamentazione ben precisa da seguire prima di poterla dichiarare tale.

Si pensa che sia sufficiente che il veicolo raggiunga i trenta anni di età per poterlo definire a tutti gli effetti d’epoca, ma questo non basta.

Analizziamo insieme, più nello specifico, tutti gli elementi che sono necessari per raggiungere il tanto ambito status di veicolo d’epoca.

Come scritto in precedenza, se sei proprietario di un’auto che è stata prodotta almeno trenta anni prima della sua iscrizione al registro ASI, allora sei già a buon punto.

Altro elemento importante per una vettura storica, è il suo mantenimento allo stato originale e non solo: è essenziale che si trovi in uno stato decoroso e che sia funzionante.

Ma sei a conoscenza dei vantaggi che potresti ottenere passando un veicolo ad auto d’epoca?

Se sei in regola con quello scritto poco prima allora non ti resta che scoprirlo!

Tanto per iniziare, ASI è l’acronimo di Automotoclub Storico Italia ed è il registro di tutte le auto storiche.

È proprio iscrivendo la tua auto a questo registro che potrai accedere a dei benefici economici non indifferenti.

Per prima cosa, sia la tassa di possesso del veicolo che l’assicurazione avranno dei costi veramente irrisori.

Puoi inoltre, decidere se pagare il bollo auto a seconda del fatto che vuoi utilizzarla o meno: se il veicolo non viene usato puoi decidere di non pagarlo, nel caso contrario il costo della tassa ammonta comunque a poche decine di euro.

Ma c’è una nota dolente. Entro il 2035 in Italia dovrà avvenire il phase-out dei veicoli a combustione interna.

Come già sta succedendo, i veicoli con motori endotermici dovranno essere sostituiti con veicoli elettrici o anche a biocarburante.

Questo cambiamento verso un mondo più sostenibile comporterà sicuramente delle modifiche anche nella valutazione delle auto d’epoca.

I controlli da parte degli enti preposti saranno molto probabilmente più serrati e potrebbe essere che per raggiungere lo status di auto d’epoca non basterà più avere un veicolo funzionante.

Ma ancora le linee guida da seguire per il futuro non sono ben delineate. Da un lato l’Asi è favorevole a manovre che riducano l’inquinamento ambientale, dall’altro c’è preoccupazione per l’impatto sulla produzione e tutti gli addetti ai lavori, un settore importante per l’economia nazionale.

E poi le auto d’epoca sono un bene prezioso non solo a livello storico- culturale, ma anche per i nostri ricordi e le emozioni che ci fanno vivere ancora dopo tanti anni.

Noi di Carrozzeria De Corso siamo degli appassionati del genere quindi aspettiamo con impazienza le decisioni dall’alto.

Vi terremo aggiornati con il nostro blog!

evento auto 180

Aggiornarsi… sempre!

Si è svolto da poco il terzo evento annuale di Auto180 a Reggio Emilia, a cui Noi di Carrozzeria De Corso, abbiamo deciso di partecipare per aggiornarci e poter offrire il miglior servizio ai nostri clienti.

Gli argomenti trattati durante il congresso erano diversi e tutti di massima importanza; così come i personaggi che vi hanno partecipato, tutti di spicco nel mondo dell’automobilismo.

Nella prima parte dell’evento si è parlato di un argomento molto delicato che riguarda le leggi, ormai troppo datate, che regolamentano il mercato delle riparazioni, sia in termini di procedure che di attrezzature.

Purtroppo, una grossa mancanza in questo settore viene proprio dalle istituzioni, per troppo tempo lo hanno abbandonato, lasciando così i carrozzieri e i loro dipendenti a seguire vecchie normative che non si addicono più al mercato attuale.

Inoltre, durante l’evento, è stato dato peso alla crucialità di avere un rapporto diretto con la propria clientela e alla necessità di una maggiore responsabilità da parte degli operatori ad immettere in strada veicoli in condizioni ottimali per la sicurezza di tutti.

Carrozzeria De Corso si impegna sempre ad offrire il massimo ai propri clienti senza mai lasciare nulla al caso. La sicurezza per noi è un punto cardine su cui poggia la nostra etica professionale e la nostra credibilità. La fiducia che ci viene riposta è sempre ricambiata con professionalità e affidibilità.

Un altro argomento affrontato durante l’evento è quello dell’innovazione.

Ebbene sì… i veicoli diventano sempre più tecnologici, di conseguenza anche i carrozzieri devono seguire il mercato automobilistico così da essere sempre al passo con i tempi e pronti a qualunque tipo di lavoro, che sia in una vettura datata o in una moderna.

Nello specifico si è parlato di digitalizzazione dei sistemi e formazione del personale per poter affrontare in modo adeguato questo cambiamento verso il futuro del mondo delle vetture.

Proviamo ad immaginare una carrozzeria che decide di non aggiornarsi, che futuro potrà mai avere?

Sicuramente non potrà lavorare su di una buona fetta del mercato. Quale proprietario di un’auto nuova si farebbe servire da un carrozziere che lavora ancora alla “vecchia maniera”? Correndo poi il rischio di avere bisogno successivamente di un altro carrozziere!

In più, decidere di non aggiornarsi è sintomo di poca passione e dedizione: mettereste la vostra sicurezza e quella della vostra famiglia nelle mani di qualcuno che non ama il suo lavoro?

Molto importanza è stata data anche all’organizzazione aziendale e alla passione che gli imprenditori e i loro dipendenti devono mettere per poter essere sempre competitivi in un mondo in continua evoluzione.

Noi di Carrozzeria De Corso abbiamo deciso di metterci in gioco e migliorarci puntando sempre ad ottenere il massimo.

La formazione di titolari e dipendenti è essenziale per essere sempre aggiornati riguardo ai cambiamenti del nostro settore ma anche per essere degni della vostra fiducia.

Ci teniamo molto ad offrire un servizio che sia impeccabile e allo stesso tempo personalizzato, ecco perché svolgiamo una ricerca costante. Vogliamo essere sempre pronti ad ogni richiesta e soddisfare al meglio tutti i clienti, sia vecchi che nuovi. Anche per questo chiediamo spesso un feedback della tua esperienza in carrozzeria, il nostro obiettivo è migliorarci, sempre!

E tu ci conosci? Ti va di scriverci e raccontarci la tua esperienza?

come leggere correttamente uno pneumatico

Lo pneumatico… quanto lo conosci?

L’inverno è alle porte, per alcuni è la stagione preferita con la neve, il Natale e i paesaggi che si trasformano, ma purtroppo porta con sé diverse problematiche.

Una non da poco è sicuramente l’obbligo degli pneumatici invernali o catene a bordo, ormai diventato articolo del codice della strada da diversi anni a causa delle abbondanti nevicate avvenute in passato.

Infatti, come dichiara l’articolo 6, è obbligatorio per i veicoli essere muniti o avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio.

In tutta Italia, l’obbligo di gomme invernali parte dal 15 novembre e si conclude il 15 aprile, ma può variare in casi particolari lasciando alle amministrazioni la possibilità di anticipare tali date.

È arrivato il momento, quindi, di fare il cambio gomme quindi con questo post vogliamo fare un po’ di chiarezza sull’argomento perché l’acquisto del giusto pneumatico invernale non è così banale come sembra.

Ci sono dei dettagli importanti che, se sottovalutati, portano ad infrangere delle norme stradali che potrebbero portarti ad una sanzione o, soprattutto, mettere a rischio la tua incolumità.

Ricordati che dentro la tua vettura salirai tu e tutte le persone che ami, non è un gioco!

Il primo argomento da approfondire è sicuramente come leggere uno pneumatico. Sì, perché lo pneumatico va letto, lo sapevi?

La marcatura di uno pneumatico è una serie di informazioni che sono stampate al lato della gomma: tutti quei numeri che sembrano tanto insignificanti, in realtà sono essenziali!

Troviamo, di solito in ordine, la marca e la gamma dello pneumatico, a seguire larghezza, altezza del fianco, diametro, struttura, indice di carico e categoria di velocità.

Questi elementi sono tutti essenziali nell’acquisto delle gomme e nella messa in sicurezza della tua vettura.

È importante sapere è che è possibile tenere le gomme invernali anche d’estate, ma bisogna fare attenzione all’indice di velocità. Molte persone non sanno nemmeno cosa sia ma è un parametro fondamentale per essere a norma di legge.

La normativa ci permette di tenere le gomme invernali anche d’estate a patto che l’indice di velocità sia pari o superiore a quello scritto sul libretto di circolazione del proprio mezzo. Noi di Carrozzeria De Corso consigliamo comunque di non circolare con pneumatici invernali nel periodo estivo (anche se la legge lo consente) dato che sono poco affidabili e meno efficienti.

Come avrai capito, la scelta del giusto pneumatico non è semplicissima e in ballo c’è molto di più che un verbale. Affidarsi a professionisti esperti è sicuramente un modo per mettere in sicurezza te stesso e i tuoi affetti.

Carrozzeria De Corso, mettendo in campo la sua professionalità ed esperienza, non solo ti seguirà nel corretto montaggio delle tue gomme invernali, ma ti aiuterà a scegliere quelle più adatte alla tua vettura e alle tue necessità.

Tu come scegli le tue gomme invernali? Sei in grado di farlo da solo o ti affidi agli esperti? Raccontacelo in un commento!

i fari dell'auto: tipologia e normative

I fari: un dettaglio da non trascurare!

I fari, detti anche fanali, sono dispositivi presenti in ogni vettura e necessari per illuminare il manto stradale e segnalare la nostra presenza quindi non sono solo accessori, ma bensì elementi importanti per la nostra sicurezza.

Esistono diversi tipi di fari in commercio che variano dalla tecnologia utilizzata per produrre il fascio di luce: luci ad incandescenza, a LED, allo xeno o a laser e ognuna di queste ha la sua peculiarità.

È la legge, però, che va a suddividere le diverse tipologie di fari in base al loro utilizzo e posizionamento nella vettura.

Adesso andiamo a vedere più da vicino la suddivisione che viene fatta i base alle norme vigenti:

  • Le luci di posizione, come dice anche il nome, sono quelle luci che servono a segnalare la presenza del veicolo in situazioni di poca visibilità o di oscurità. Sono luci poco potenti e le troviamo sia anteriormente, in genere di colore bianco, che posteriormente, di colore rosso o arancione. Nelle vetture più recenti si trovano anche nella fiancata. È il comma 1 dell’articolo 153 del codice della strada che va a regolamentare il corretto utilizzo delle luci di posizione “da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere ed anche di giorno nelle gallerie, in caso di nebbia, di caduta di neve, di forte pioggia e in ogni altro caso di scarsa visibilità, durante la marcia dei veicoli a motore e dei veicoli trainanti”.
  • I fari anabbaglianti servono per migliorare notevolmente la visibilità notturna. L’Italia è uno dei quei paesi europei che obbliga all’utilizzo e il raggio di illuminazione deve raggiungere almeno i 10 m.
  • I fari abbaglianti sono chiamati così perché proiettano un fascio di luce di raggio maggiore rispetto agli anabbaglianti. Anche questi sono regolamentati dal comma 1 dell’articolo 153 dove si dichiara che “I proiettori di profondità possono essere utilizzati fuori dai centri abitati quando l’illuminazione esterna manchi o sia insufficiente”.
  • I fari fendinebbia vengono azionati in caso di forte pioggia o nebbia. Si trovano sia anteriormente che posteriormente.

Come avrai capito l’importanza dei fari è essenziale, non solo a livello normativo, ma anche di sicurezza nei tuoi confronti, ecco perché è importante averli in perfette condizioni.

La parte che va ad ingiallirsi od opacizzarsi è quella più esterna , di plastica e policarbonato, ma non è necessario cambiare il pezzo per avere un funzionamento ottimale.

È possibile, infatti, rigenerare la plastica esterna ritrovandosi dei fanali come nuovi senza aver speso una fortuna.

Questa operazione può essere fatta anche in autonomia… ma sei sicuro di esserne capace?

Affidandoti a figure esperte, il lavoro sarà svolto correttamente e soprattutto senza sforzo, ma cosa ancora più importante, con la certezza di un lavoro ben fatto, saprai di essere al sicuro.

L’autocarrozzeria De Corso, con esperienza ormai ventennale, è pronta a prendersi cura di te e dei tuoi fari. Con personale esperto e qualificato rigenererà i tuoi fanali riportandoli a nuova vita!

Affidaci la tua vettura e non te ne pentirai.

hai fatto controllare la macchina dopo le tue vacanze on the road?

Vacanze on the road?

Le ferie sono appena finite, il rientro al lavoro è imminente e presto si ritornerà alla vita di tutti i giorni.

Siamo già presi dal ritorno alla frenesia quotidiana e si corre il rischio di sottovalutare o rimandare la risoluzione di “piccoli problemi”.

Tra questi c’è la cura della nostra auto. Quest’anno il trend della vacanza in auto è stato in forte crescita, tu hai fatto un viaggio in auto? Sei sicuro che anche la tua macchina è stata in ferie?

Ha macinato chilometri in qualunque condizione atmosferica e stradale; è rimasta parcheggiata per giorni interi sotto i pini con il rischio di trovarsi ricoperta di resina e guano; è rimasta ore sotto il sole cocente che porta allo scolorimento della tappezzeria; ha corso il rischio di graffi e ammaccature o il rischio di scheggiatura del parabrezza a causa di un sassolino in autostrada…

Sei ancora convinto del fatto che la tua macchina sia stata in vacanza? Secondo noi ha vissuto un incubo… Se solo potesse parlare!

Adesso, perciò, è il suo il turno per le coccole. Perché non portarla da qualcuno che possa pendersene cura?

Passiamo diverso tempo della nostra giornata in macchina e dobbiamo essere certi che questa sia in perfette condizioni sia per noi che per le persone che ospitiamo all’interno.

Dopo aver percorso tanti chilometri c’è bisogno di un controllo generale per la sicurezza, a partire dall’olio motore fino ad arrivare ai freni.

Da non trascurare è anche la carrozzeria, e non è solo una questione estetica. Questa, forse, è la parte che più si rovina in vacanza.

Le colate di resina, come anche il guano, vanno ad aggredire la vernice della carrozzeria portandola ad erosione, ne abbiamo parlato in questo articolo.

Per quanto riguarda il guano, un lavaggio può essere sufficiente, ma non si può dire lo stesso della resina. Essendo particolarmente collosa e appiccicosa, è molto difficile da eliminare; per questo necessita di prodotti appositi che troveremo sicuramente in carrozzerie ben attrezzate.

C’è però, un problema che potrebbe sfuggire ad un’occhiata veloce: il parabrezza scheggiato. A volte le incrinature sono molto piccole, e neanche si riconoscono come tali, ma questo può essere molto pericoloso. Un vetro leggermente incrinato si ripara facilmente ma, se non si interviene subito, si potrebbe arrivare a dover sostituire l’intero parabrezza.

Il nostro consiglio è di far visionare l’auto da un occhio esperto: se agisci in tempo, puoi risolvere il problema con una spesa contenuta, a differenza del cambio del parabrezza, che potrebbe costarti quanto la vacanza!

 

Prenditi cura della tua auto con Carrozzeria De Corso. Prenota un check up completo, in caso di intervento avrai un preventivo di spesa onesto e professionale. Contattaci per avere maggiori informazioni!

myglass diventa unipolglass

Un nuovo nome, la stessa professionalità

Nel corso del 2020 si è consolidata la partnership tra il gruppo Unipol e Myglass che cambia nome, ma non identità.

Unipol è l’unica realtà assicurativa che ha al suo interno un network che assiste il guidatore a 360 gradi tramite centri convenzionati su tutto il territorio italiano.

Il gruppo, nei suoi servizi, è in espansione da anni e da oggi, grazie all’unione, i centri Myglass offriranno anche servizi di noleggio a lungo termine. A questo proposito riportiamo le parole di Giulio Stella, CEO di Myglass.

Quindi tutti i centri MyGlass sono a disposizione delle vetture e dei clienti di UnipolRental?

Certo, possiamo dire che tutti i vetri delle vetture noleggiate da UnipolRental saranno affidati alle cure di MyGlass, e tutti i centri MyGlass sono a disposizione di UnipolRental. La capillarità della nostra rete diventa un fattore chiave nella gestione del servizio. Inoltre, ci sono una ventina di centri MyGlass che hanno stretto rapporti di collaborazione ancora più stretti con altrettante filiali UnipolRental, per una serie di servizi aggiuntivi. Tra questi servizi, l’igienizzazione dei veicoli nuovi e di quelli in riconsegna. Occuparsi della sicurezza della vettura oggi significa gestire in modo attento ed efficace anche i trattamenti di igienizzazione dell’abitacolo.

Come impatta a livello qualitativo il parco auto UnipolRental sul lavoro di MyGlass?

A differenza di altri Paesi il parco auto circolante in Italia è generalmente datato; non si può certo dire lo stesso delle vetture di UnipolRental, che sono invece sempre nuove e tecnologicamente avanzate. Di conseguenza si avrà un’alta incidenza dei Sistemi Avanzati di Assistenza alla Guida (ADAS) non solo installati a parabrezza, ma presenti a 360° sui veicoli. Per MyGlass, che si occupa della loro calibrazione, questo significa un notevole incremento del coefficiente tecnologico applicato alle lavorazioni. Come in ogni attività è bene prendere confidenza con la tecnologia ed i servizi ad essa collegati e MyGlass può già dirsi forte di una notevole esperienza nell’ambito. MyGlass vuole essere il punto di riferimento per tutti gli operatori del settore automotive che, a seguito delle loro lavorazioni, dovranno affrontare la ricalibratura dei sistemi ADAS. Sicurezza e innovazione sono i valori che da sempre guidano il nostro operato e MyGlass si colloca proprio là dove questi due ambiti si sovrappongono e coincidono.

Anche noi di Carrozzeria De Corso, quindi, facciamo parte di questa realtà e ci puoi trovare nella rete di professionisti convenzionati UnipolService, UnipolRental e UnipolGlass. Il nostro obiettivo è mettere la nostra professionalità a servizio di nuove partnership a vantaggio della clientela.

Come centro convenzionato Unipolglass offriamo, oltre alla riparazione e sostituzione cristalli, anche l’auto sostitutiva e l’assistenza a domicilio, il monitoraggio e la taratura dei sistemi ADAS, igienizzazione, trattamento antipioggia e sostituzione delle spazzole tergicristallo.

Da oggi dunque siamo anche centro Unipolrental e offriamo un servizio in più: i noleggi a lungo termine. Puoi approfondire l’argomento sul sito ufficiale Unipol.

Sei un assicurato Unipol? Desideri maggiori informazioni riguardo i servizi convenzionati? Invia un messaggio o chiamaci allo 0575 911842